Cerca

Chirurgia Mininvasiva Avanzata

  

CHIRURGIA MININVASIVA AVANZATA

 

L’attività di chirurgia mininvasiva è parte fondamentale della mission dell’Unità Operativa (come indicato dalla denominazione stessa); tale attività, trasversale a tutte le aree di interesse, è così permeante che viene ad assumere “dignità” propria. Tutti gli operatori dell’équipe, infatti, sono fortemente coinvolti nell’apprendimento e nell’utilizzo di tale metodica, sia in elezione che in urgenza.


Referente dell’Unità Operativa per le tecniche mininvasive è la dott.ssa Francesca Bazzocchi.


In particolare, oltre all’attività laparoscopica di base (appendicectomia e colecistectomia), importante e cospicua è l’esperienza in chirurgia laparoscopica avanzata, che comprende il trattamento chirurgico delle malattie dello stomaco e della giunzione esofago-gastrica, del fegato, della milza, del surrene, del colon-retto e della parete addominale. I principali interventi di chirurgia laparoscopica avanzata eseguiti sono pertanto le plastiche antireflusso per ernia jatale con esofagite da reflusso, le resezioni intestinali per malattie infiammatorie (morbo di Crohn e malattia diverticolare) e neoplastiche (tumori primitivi non superficializzati), le surrenectomie, le splenectomie, le resezioni epatiche e le riparazioni dei difetti congeniti e acquisiti della parete addominale (ernie ombelicali e inguinali, laparoceli).Campo operatorio “Da Vinci® Surgical System”
Oltre a quanto detto, la laparoscopia riveste un ruolo molto importante come elemento diagnostico nella stadiazione delle malattie neoplastiche e nelle urgenze addominali di difficile interpretazione, permettendo contestualmente, ove possibile e indicato, il trattamento della patologia riscontrata, evitando così inutili laparotomie esplorative.
Infine, lo sviluppo tecnologico ha consentito l’avvio della chirurgia robotica, “frontiera” avanzata della chirurgia mininvasiva, iniziata con la laparoscopia.

Da Vinci® Surgical SystemLa chirurgia robotica (eseguita mediante il “Da Vinci® Surgical System”) permette di superare alcune delle limitazioni della chirurgia laparoscopica e di estendere la chirurgia mininvasiva a un numero maggiore di patologie e di pazienti, che possono così beneficiare di una chirurgia che, a parità di risultati con la chirurgia tradizionale, riduce il dolore postoperatorio e la degenza ospedaliera, offre migliori risultati cosmetici e permette più rapidamente il ritorno alla piena efficienza fisica, all’attività lavorativa e, quindi, a una normale qualità della vita.


 

Ufficio WEB