Cerca

Cerca Persone

Ti trovi qui: Comunicazione / Cerca Persone
  

Servizio assistenza anziani
     
Comune Forlì
Indirizzo Corso Diaz, 21
orari
   Apertura al pubblico  lun, ven: 8.30-13.30 | mar: 9.00-18.00 | gio: 15.30-17.30
telefoni
   Informazioni  0543 712888
   Fax  0543 816082

  
  
Codice Prestazione 115
Servizio/Prestazione Assistenza alle persone anziane non autosufficienti
DM96
Descrizione L’assistenza all’anziano non autosufficiente prevede 5 tipologie di servizio; a seconda del tipo di bisogno e della situazione familiare è possibile accedere ai seguenti servizi:
- Casa protetta: struttura residenziale per anziani non autosufficienti, che non possono rimanere all'interno delle loro famiglie (vedi prestazione n. 281 "Assistenza e accoglienza in case protette e in Rsa per anziani non autosufficienti");
- Residenza sanitaria assistenziale (RSA): struttura residenziale per anziani non autosufficienti affetti da malattie croniche e che richiedono trattamenti continui; ha una funzione sanitaria maggiore rispetto alla Casa protetta (vedi prestazione n. 281)
- Centro diurno: struttura semiresidenziale che offre assistenza e attua programmi di riabilitazione e socializzazione. Per il ricovero in queste strutture, una parte della retta è a carico del Fondo Sanitario Regionale (FSR) e non ricade sull'utente (vedi prestazione 1924 “Assistenza e accoglienza in un Centro Diurno per anziani”);
- Assistenza domiciliare integrata (ADI): insieme di attività assistenziali e sanitarie offerte a domicilio, in base al programma personalizzato indicato dall'Unità di valutazione geriatrica (vedi scheda prestazione n. 80 "Assistenza domiciliare");
- Assegno di cura: contributo economico per le famiglie che scelgono di assistere nelle loro case un anziano non autosufficiente; con questa opportunità, l'anziano può rimanere nel proprio contesto sociale e affettivo (vedi scheda prestazione 117 “Assegno di cura per anziani”).
L'assistente sociale del Servizio Assistenza Anziani segue il corretto svolgimento del programma assistenziale personalizzato.
Cosa serve Nessuna documentazione al primo contatto
Normativa L.R. 5/94
Delibere di Giunta Regionale 1377 e 2686/04 (Assegno di Cura) 1378 e 1379/99
Link
Link
Informazioni Un assistente sociale prende contatto con l'anziano e compie una prima valutazione della situazione, coinvolgendo eventualmente gli uffici e gli operatori del Comune.
Se ci sono problemi di tipo socio-sanitario, l'anziano viene visitato dalla Unità di valutazione geriatrica territoriale (UVGT): uno staff composto da un medico geriatra, un infermiere professionale e un assistente sociale.
La UVGT elabora un piano assistenziale personalizzato e inserisce l'anziano nella Rete dei servizi per anziani non autosufficienti.
La Rete comprende servizi gestiti direttamente da Enti pubblici (Comuni, AUSL, IPAB), o da privati convenzionati con l'AUSL.
Per l’accesso alle strutture è prevista la valutazione dell’Unità di Valutazione Geriatrica composta da:\$geriatra, infermiere professionale, assistente sociale.\$
Rivolgersi
   Assistente Sociale del Servizio Assistenza Anziani Territoriale situato nel Comune di residenza
Per accedere
Inf.Mod.Accesso
  
Accesso Diretto
Ufficio WEB