Cerca

Cerca Persone

Ti trovi qui: Comunicazione / Cerca Persone
  

Servizio assistenza anziani
     
Comune Rocca San Casciano
Indirizzo Via Mazzini, 25
orari
   Apertura al pubblico  mar,ven: 9.00-12.00
telefoni
   Informazioni  0543 733955
   Fax  0543 950137

  
  

Prestazioni
<p>La persona anziana non autosufficiente pu&ograve; accedere, a seconda del tipo di bisogno e della situazione familiare, a diversi servizi di assistenza socio-sanitaria: l&rsquo;assistenza domiciliare, l&rsquo;assegno di cura, l&rsquo;assistenza in CRA (Casa Residenza per anziani non autosufficienti che comprende le ex case protette e le RSA Residenze sanitarie assistenziali),&nbsp; il centro diurno.</p>\$<p>Per avere informazioni e accedere ai servizi ci si pu&ograve; rivolgere all&rsquo;assistente sociale del Comune o al Servizio assistenza anziani dell&rsquo;Azienda Usl di residenza.</p>\$<p>L&rsquo;anziano verr&agrave; visitato dall&rsquo;Unit&agrave; di valutazione geriatria territoriale, uno staff composto di norma da un medico geriatra, un infermiere e un assistente sociale, per l&rsquo;elaborazione di un piano assistenziale personalizzato.</p>
L’assegno di cura è un contributo economico a favore delle famiglie e/o delle persone che si incaricano dell’assistenza ad un anziano non autosufficiente al proprio domicilio. <br />L’assegno vuole sostenere la scelta di mantenere l’anziano al proprio domicilio, nel proprio contesto sociale e affettivo ed è alternativo all’inserimento stabile in una residenza protetta.<br />L'accesso al contributo tiene conto della situazione economica e patrimoniale (indicatore ISEE) del solo anziano, estratta da quella del nucleo familiare di riferimento. <br />Possono essere destinatarie dell’assegno anche le persone non familiari che assistono l’anziano, con comprovati rapporti di amicizia o di buon vicinato, verificabili da parte dell’assistente sociale responsabile del caso. <br />E’ previsto un ulteriore contributo economico per gli anziani con reddito annuo ISEE inferiore a 15.000 €, che hanno stipulato un regolare contratto con un assistente familiare (badante) per almeno 20 ore settimanali.<br />La durata dell’assegno è di solito semestrale, con possibilità di rinnovo. <br />Rivolgersi all’Assistente sociale del proprio Comune o al Servizio di Assistenza Anziani (SAA) dell’Azienda Usl di residenza.
L&rsquo;assegno di cura &egrave; un contributo economico destinato alla persona con disabilit&agrave; grave con gravissima disabilit&agrave; acquisita. Pu&ograve; essere erogato direttamente alla persona disabile, alla sua famiglia o ad altre persone che si incaricano dell&rsquo;assistenza. L&rsquo;assegno di cura &egrave; alternativo all&rsquo;inserimento in una struttura residenziale e permette alla persona con disabilit&agrave; di rimanere nel proprio contesto sociale e affettivo e di condurre una vita il pi&ugrave; possibile indipendente.<br />L&rsquo;assegno di cura viene erogato dopo la valutazione dell&rsquo;assistente sociale e la visita di operatori sociali e sanitari che elaborano un piano di assistenza personalizzato. <br />L&rsquo;assegno non &egrave; un contributo economico a domanda ma un&rsquo;opportunit&agrave; di intervento della rete dei servizi. Il cittadino non deve pertanto presentare una domanda di contributo, ma segnalare ai Servizi sociali del proprio territorio (Comune di residenza) le proprie necessit&agrave; di aiuto.<br />E&rsquo; previsto un ulteriore contributo economico per le persone con disabilit&agrave; e ISEE individuale inferiore a 15.000 &euro; che hanno stipulato un regolare contratto con un assistente familiare (badante) per almeno 20 ore settimanali. <br />Rivolgersi all&rsquo;assistente sociale del proprio Comune, al Servizio disabili dell&rsquo;Azienda Usl di residenza, o presso il punto unico di accesso alle cure domiciliari del Distretto dell&rsquo;Azienda Usl (vedi &ldquo;Dove rivolgersi&rdquo;).
Ufficio WEB