Cerca

Dipartimento multiprofessionale gestione integrata

  

Il Giro della solidarietà a Forlì: mercoledì 16 settembre "Ri-Abruzzo" fa tappa in piazza Saffi

Il Giro della solidarietà ha fatto tappa a Forlì. Dopo il via della carovana rosa, in maggio, piazza Saffi ha ospitato mercoledì pomeriggio l’arrivo della maratona ciclistica “Ri-Abruzzo”, promossa da Simfer (Società Italiana di Medicina Riabilitativa) per raccogliere fondi destinati alla ripresa delle attività riabilitative in Abruzzo.

Ad accogliere il gruppetto di ciclisti, fra cui tre trapiantati renali e due persone con disabilità motoria, sono stati il sindaco di Forlì Roberto Balzani, l’assessore comunale al welfare Davide Drei, e il dottor Germano Pestelli, direttore del’U.O. di Medicina Fisica Riabilitativa dell’Ausl di Forlì, i quali, in sella alle loro bici, sono andati incontro al plotoncino a Roncadello per scortarlo sino in piazza. Con loro anche i ragazzi della S.C. Forlivese, mentre il testimonial della tappa Davide Cassani, ex professionista e apprezzato commentatore Rai, ha incrociato il gruppo, partito in mattinata da Ferrara, a Russi seguendolo sino a Forlì. Giunti in piazza, dove la Protezione Civile aveva allestito un gazebo, il sindaco ha premiato i ragazzi della Forlivese e sono state distribuite magliette ricordo dell’evento.
«Oltre che uno sport, la bici riesce a essere strumento di solidarietà e condivisione – ha commentato Davide Cassani – oggi ho avuto il piacere di pedalare con persone splendide, che hanno tanto da insegnare». Anche il sindaco Roberto Balzani ha giudicato molto positivamente l’iniziativa. «Quando me l’hanno presentata l’ho subito considerata un’ottima idea, in quanto di carattere completamente volontario e finalizzata a uno scopo meritevole. Per di più, l’unione fra sport e obiettivi medico-assistenziali, con la promozione della ripresa delle attività riabilitative in Abruzzo, mi è parsa degna del più convinto sostegno, tant’è che abbiamo deciso di correre, in tutti i sensi, insieme a loro».
Se il dottore Pestelli è stato una delle anime a livello locale, l’organizzazione dell’evento ha avuto come deus ex machina il dottor Paolo Boldrini, Direttore del Dipartimento Interaziendale di Medicina Riabilitativa dell’Azienda ULSS 9 di Treviso e dell’Ospedale Riabilitativo di Alta Specializzazione di Motta di Livenza. Il dottor Boldrini ha capitanato il gruppo partito martedì da Treviso e destinato ad arrivare domenica a Campobasso. «A L’Aquila mancano completamente strutture riabilitative – ha raccontato – quelle che c’erano sono crollate e ora si visita in tende, camper o pre-fabbricati di fortuna. Inoltre, anche le attrezzature sono per lo più inutilizzabile o danneggiate. Con i proventi della racclta fondi intendiamo quindi dare nuovo impulso alla riabilitazione in Abruzzo. Al momento siamo già arrivati a quota 15mila euro».


Domani, il gruppo ripartirà dalla piazza del Municipio di Forlimpopoli, intorno alle 9.30, con direzione Cesena-Cesenatico-Rimini-Fano. Chi lo desidera, può accompagnare i ciclisti per un tratto di strada, contribuendo così alla causa della riabilitazione in Abruzzo. La Società Italiana di Medicina Riabilitativa ha, infatti, istituito un registro dei partecipanti alla manifestazione e devolverà per beneficienza a Ri-Abruzzo 20 centesimi di euro per ogni chilometro percorso da ciascuna persona che firmerà il registro, indicando i chilometri ricoperti. In ogni modo, è possibile aderire alla raccolta fondi, effettuando un versamento nel c/c 156102, Cod IBAN   IT86D0604003601000000156102, scrivendo nella causale “Riabruzzo”.


A cura di:
  Ufficio Comunicazione
AUSL di Forlì

Data pubblicazione:  9/16/2009
 

Return
Ufficio WEB