Cerca

Dott. Massimo Pieratelli

  

Domenica mattina 10 maggio 2009, il quarto trofeo “Massimo Pieratelli”

Una giornata di solidarietà sui pedali per ricordare Massimo Pieratelli. Domenica 10 maggio, a partire dalle 6.30, è, infatti, in programma il trofeo dedicato allo scomparso Direttore generale dell’Ausl di Forlì, bolognese di nascita e forlivese d’adozione. Lunedì 10 maggio, la conferenza stampa di presentazione col Direttore generale Claudio Mazzoni

Una giornata di solidarietà sui pedali per ricordare Massimo Pieratelli. Domenica, infatti, è in programma il trofeo dedicato allo scomparso Direttore generale dell’Ausl di Forlì, bolognese di nascita e forlivese d’adozione, il cui corpo, per sua volontà, riposa ora nel cimitero di San Varano, vicino al “suo” ospedale. Giunta alla sua quarta edizione, la manifestazione, voluta dall’Ausl di Forlì e organizzata insieme all’associazione Promosport e al team Outsiders di Vecchiazzano, intende onorarne la memoria con quella che era la sua grande passione: la bicicletta. L’appuntamento è per domenica mattina, nel parcheggio dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni” alle 6.30, quando si apriranno le iscrizioni (costo 3 euro, gratis fino ai 14 anni). Alle 7 è previsto il via in gruppo, ma sarà comunque possibile partire liberamente sino alle 9.30. Tre i percorsi allestiti dagli organizzatori. Il lungo, di circa 70 chilometri, contempla le scalate a Rocca delle Camminate, Cento Forche, Monte Forcella e Monte Trebbio, attraverso la bretella, per tornare poi a Vecchiazzano. Il medio, di 45 chilometri, vedrà invece le sole ascese a Rocca delle Camminate e Cento Forche, poi, una volta a Rocca San Casciano, si farà rotta sul parcheggio dell’ospedale. I meno allenati, infine, avranno a disposizione il percorso corto, da 25 chilometri, con Rocca delle Camminate come unica asperità. A margine dell’iniziativa, verranno organizzate, alle 10, anche una pedalata di solidarietà e una gimkana ludica per ragazzi. La prima si svolgerà nei sentieri del parco fluviale, per un totale di 11 chilometri, con le guide cicloescursionistiche della Uisp di Forlì ad accompagnare il gruppo, mentre la seconda, riservata ai bambini dai 4 ai 12 anni, andrà in scena nel parcheggio dell’ospedale. Alle 12 inizieranno le premiazioni, con i riconoscimenti per le 30 società più numerose e la consegna ai rappresentanti di “Rete Sanitaria” di quanto raccolto grazie alle iscrizioni e i contributi degli sponsor (Idrotermica, Formula Servizi, Cooperativa Umanitaria Edile, Cear, Ceif, Clafc, Casadei & Pellizzaro, BBBike Forlì).

Lunedì 10 maggio 2009, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della pedalata, alla presenza del Direttore generale dell'Ausl di Forlì Claudio Mazzoni, dell'assessore allo sport del Comune di Forlì Giovanni Bucci, del responsabile di Promosport Ivano Ognibene, del presidente di Idrotermica coop Agostino Mainetti, in rappresentanza anche del team Outsiders, e di Enzo Lazzaro ed Elena Giberti, esponenti delle associazioni di "Rete sanitaria".

Claudio Mazzoni. «Sono tante le ragioni alla base di quest’iniziativa. Innanzitutto c’è la volontà di ricordare un amico, il dottor Massimo Pieratelli, che non è più fra noi. In secondo luogo, essere arrivati alla quarta edizione del trofeo testimonia il sincero e costante impegno di quanti si sono spesi per tenere accesa la memoria del dottor Pieratelli. Infine, va sottolineato il rapporto fra la pedalata e “Rete sanitaria”, cui è andato il ricavato di tutte le tre precedenti edizioni. D’altronde, è proprio il rapporto quotidiano col volontariato a rendere grande il nostro sistema sanitario. La sua forza sta nella capacità di creare sinergie grazie alle quali il capitale che ciascuno - Ausl, soggetti privati, associazioni no-profit - immette nel sistema resta all’interno di quest’ultimo e lo fa crescere».

Giovanni Bucci. «Iniziative come la pedalata in memoria del dott. Pieratelli confermano l’importanza dell’associazionismo sportivo all’interno della rete di prevenzione socio-sanitaria locale. Non a caso, anche i Piani benessere sociale e salute sono giunti a riconoscere il ruolo dell’associazionismo sportivo, giusto tributo a chi da tempo con passione ed entusiasmo si dà agli altri. Se qui la qualità della vita è alta, il merito è anche delle oltre 300 realtà sportive che operano nella nostra città. Venendo alla manifestazione di domenica, la conferma della pedalata lungo gli argini del fiume testimonia come lo sport non sia solo palestra di vita ma abbia anche un importante aspetto ludico-culturale, contribuendo alla valorizzazione del nostro territorio, attuata anche attraverso i tanti percorsi naturalistici allestiti, e che saranno allestiti in futuro, dall’amministrazione».

Enzo Lazzaro. «Con i proventi della pedalata, verrà finanziato il quinto progetto di Rete sanitaria, basato sulla comunicazione. L’iniziativa, prevede vari step. Il primo consisterà in tre focus group su altrettante tematiche: rapporto medico-paziente, sfera familiare del malato, supporto dei mass-media. I report dei focus group verranno poi rielaborati dai nostri volontari con laboratori artistici dai quali scaturirà il materiale che presenteremo in occasione delle ormai tradizionali conferenze-spettacolo cui saranno invitati a parlare personaggi di richiamo. Parallelamente, verrà indetto un concorso pubblico su queste tematiche».

Agostino Mainetti. «Domenica deve essere una festa per Massimo. Le due ruote erano una sua grande passione, ma se nella vita e nel lavoro era un capitano, in bicicletta si trasformava in gregario, riuscendo a dare tutto per la squadra. Ricordo ancora la “Barilla” di Parma, la sua ultima gara prima di scoprire il male che lo avevo colpito, dove lavorò per il gruppo e tagliò poi il traguardo parecchio dopo di me. Nonostante abitasse a Bologna, ero riuscito a farlo inscrivere nel nostro team, gli Outsiders.
Massimo amava queste manifestazioni, e ci è quindi parso giusto ricordarlo così, con una pedalata».

Ivano Ognibene. «Domenica desideriamo sia una giornata di festa. Come Promosport, nel 2009 abbiamo organizzato 6 manifestazioni per sostenere le associazioni di volontariato del nostro territorio».

Scarica la locandina della manifestazione    

 

 

 


A cura di:
  Ufficio Comunicazione
AUSL di Forlì

Data pubblicazione:  5/4/2009
 

Return
Ufficio WEB