Cerca

Civitella di Romagna

  
Servizio assistenza anziani
     
Comune Civitella di Romagna
Indirizzo Viale Roma, 19
orari
   Apertura al pubblico  mar: 9.00-11.00
telefoni
   Informazioni  0543 973051
   Fax  0543 974867
   Fax  0543 983810

  
  

Prestazioni
<p>La persona anziana non autosufficiente pu&ograve; accedere, a seconda del tipo di bisogno e della situazione familiare, a diversi servizi di assistenza socio-sanitaria: l&rsquo;assistenza domiciliare, l&rsquo;assegno di cura, l&rsquo;assistenza in CRA (Casa Residenza per anziani non autosufficienti che comprende le ex case protette e le RSA Residenze sanitarie assistenziali),&nbsp; il centro diurno.</p>\$<p>Per avere informazioni e accedere ai servizi ci si pu&ograve; rivolgere all&rsquo;assistente sociale del Comune o al Servizio assistenza anziani dell&rsquo;Azienda Usl di residenza.</p>\$<p>L&rsquo;anziano verr&agrave; visitato dall&rsquo;Unit&agrave; di valutazione geriatria territoriale, uno staff composto di norma da un medico geriatra, un infermiere e un assistente sociale, per l&rsquo;elaborazione di un piano assistenziale personalizzato.<br /><br />Per ulteriori informazioni e consultazione: rivolgersi agli <a href="http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/sportelliinrete_consultazione/SchedaSintesi.aspx?set=7" target="_blank">Sportelli sociali</a></p>
<p>L&rsquo;assegno di cura &egrave; un contributo economico a favore delle famiglie e/o delle persone che si incaricano dell&rsquo;assistenza ad un anziano non autosufficiente&nbsp; al proprio domicilio.<br />L&rsquo;assegno vuole sostenere la scelta di mantenere l&rsquo;anziano al proprio domicilio, nel proprio contesto sociale e affettivo ed &egrave; alternativo&nbsp; all&rsquo;inserimento stabile in una&nbsp; residenza protetta.<br />L'accesso al contributo tiene conto della situazione economica e patrimoniale (indicatore ISEE)del nucleo familiare dell&rsquo;anziano (composto dal coniuge, i figli minori di anni 18, i figli maggiorenni a carico dei genitori che siano senza coniuge n&eacute; figli).<br />Possono essere destinatarie dell&rsquo;assegno anche le persone non familiari che assistono l&rsquo;anziano, con&nbsp; comprovati rapporti di amicizia o di buon vicinato, verificabili da parte dell&rsquo;assistente sociale responsabile del caso.<br />E&rsquo; previsto un ulteriore contributo economico per gli anziani con reddito annuo ISEE inferiore a 15.000 &euro;, che hanno stipulato un regolare contratto con un assistente familiare (badante) per almeno 20 ore settimanali.<br />La durata dell&rsquo;assegno &egrave; di solito semestrale, con possibilit&agrave; di rinnovo.<br />Rivolgersi all&rsquo;Assistente sociale del proprio Comune o al Servizio di Assistenza Anziani (SAA) dell&rsquo;Azienda Usl di residenza.&nbsp;<br />Per informazioni e consulenza si possono consultare <a href="http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/sportelliinrete_consultazione/SchedaSintesi.aspx?set=7" target="_blank">gli Sportelli sociali.</a></p>
<p>Per le persone anziane non autosufficienti &egrave; possibile chiedere l&rsquo;inserimento in una&nbsp; CRA, o Casa residenza per anziani non autosufficienti. In queste strutture l&rsquo;anziano pu&ograve; restare anche per un lungo periodo, assistito da personale specializzato.<br /><br />Per accedere alle strutture accreditate (o convenzionate), occorre la valutazione preliminare dell&rsquo;Unit&agrave; di valutazione geriatrica territoriale, un&rsquo;&eacute;quipe composta di norma da: medico geriatra, infermiere, assistente sociale.<br /><br />Rivolgersi all&rsquo;assistente sociale del proprio Comune.<br /><br /></p>\$<p>Per informazioni e consulenza si possono consultare <a href="http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/sportelliinrete_consultazione/SchedaSintesi.aspx?set=7" target="_blank">gli Sportelli sociali</a>.</p>
L&rsquo;assegno di cura &egrave; un contributo economico destinato alla persona con disabilit&agrave; grave con gravissima disabilit&agrave; acquisita. Pu&ograve; essere erogato direttamente alla persona disabile, alla sua famiglia o ad altre persone che si incaricano dell&rsquo;assistenza. L&rsquo;assegno di cura &egrave; alternativo all&rsquo;inserimento in una struttura residenziale e permette alla persona con disabilit&agrave; di rimanere nel proprio contesto sociale e affettivo e di condurre una vita il pi&ugrave; possibile indipendente.<br />L&rsquo;assegno di cura viene erogato dopo la valutazione dell&rsquo;assistente sociale e la visita di operatori sociali e sanitari che elaborano un piano di assistenza personalizzato. <br />L&rsquo;assegno non &egrave; un contributo economico a domanda ma un&rsquo;opportunit&agrave; di intervento della rete dei servizi. Il cittadino non deve pertanto presentare una domanda di contributo, ma segnalare ai Servizi sociali del proprio territorio (Comune di residenza) le proprie necessit&agrave; di aiuto.<br />E&rsquo; previsto un ulteriore contributo economico per le persone con disabilit&agrave; e ISEE individuale inferiore a 15.000 &euro; che hanno stipulato un regolare contratto con un assistente familiare (badante) per almeno 20 ore settimanali. <br />Rivolgersi all&rsquo;assistente sociale del proprio Comune, al Servizio disabili dell&rsquo;Azienda Usl di residenza, o presso il punto unico di accesso alle cure domiciliari del Distretto dell&rsquo;Azienda Usl (vedi &ldquo;Dove rivolgersi&rdquo;).<br /><br />Per informazioni e consulenza si possono consultare <a href="http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/sportelliinrete_consultazione/SchedaSintesi.aspx?set=7" target="_blank">gli Sportelli sociali</a>.
Il centro diurno &egrave; una struttura semi-residenziale che accoglie la persona anziana durante il giorno, con rientro alla sera nella sua abitazione. <br />L&rsquo;anziano vi trascorre la giornata con altre persone anziane, operatori specializzati e volontari, segue programmi di riattivazione e mantenimento, socializzazione e animazione.<br />In alcuni centri diurni &egrave; previsto anche l&rsquo;accompagnamento casa-centro, gite e visite guidate, apertura anche nei giorni festivi. E&rsquo; possibile anche una frequenza flessibile, per una parte della giornata o alcuni giorni la settimana.<br />Rivolgersi all&rsquo;assistente sociale del proprio Comune.<br />Per informazioni e consulenza rivolgersi agli <a href="http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/sportelliinrete_consultazione/SchedaSintesi.aspx?set=7" target="_blank">Sportelli sociali</a>
 Notizie dell'Azienda relative al Territorio di Civitella di Romagna

Dal 10 settembre, nuovi numeri di telefono in alcuni punti e sedi territoriali dell’Azienda Data pubblicazione:  5/6/2013

L’operazione, diretta a integrare i servizi telefonici della rete aziendale per migliorare qualità e risparmio, interesserà il magazzino economale di via Benini, a Forlì, il Centro diurno psichiatrico di via Romagnoli, a Forlì, la residenza “Zignola” di Villanova, nonché le sedi di Galeata, Civitella, Cusercoli, Dovadola, Portico, Premilcuore, Tredozio. L’attivazione dei nuovi riferimenti verrà scaglionata in diverse giornate, nell’arco di tre settimane, da martedì 10 a giovedì 26 settembre.

Per saperne di più...

Dal 1 gennaio 2011 nuovi servizi a favore dei bambini nell’alta valle del BidenteData pubblicazione:  12/30/2010

Dal primo gennaio 2011, sarà attivo a Civitella, all’interno della sede territoriale di via XX settembre, un nuovo ambulatorio di pediatria di libera scelta, aperto il mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17.30. Tale ambulatorio si aggiunge a quelli già presenti a Santa Sofia, Galeata, Cusercoli.

Per saperne di più...

Bilancio di Missione 2008 dell'Ausl di Forlì: disponibile on-lineData pubblicazione:  10/20/2009

L'Azienda USL di Forlì presenta il nuovo Bilancio di Missione. Questo documento è lo strumento con cui le Aziende sanitarie rendono conto dei risultati raggiunti in rapporto agli obiettivi assegnati dalla Regione e dalla Conferenza territoriale sociale e sanitaria. Da oggi è disponibile sul sito aziendale per chiunque desiderasse prenderne visione.

Per saperne di più...

Influenza stagionale: da lunedì 12 ottobre, al via la vaccinazione per gli ultra sessantacinquenniData pubblicazione:  10/8/2009

Da lunedì 12 ottobre, tutte le persone con più di 65 anni, interessate, potranno rivolgersi, come ogni anno, al proprio medico di famiglia per effettuare la vaccinazione antinfluenzale stagionale.

Per saperne di più...

Invalidi: più facile presentare la domanda di riconoscimento dello stato di disabilitàData pubblicazione:  11/13/2008

Dal 3 novembre 2008, i cittadini residenti nei comuni del territorio dell’Ausl di Forlì possono presentare la domanda per l’accertamento della disabilità nei punti CUP periferici dell’Azienda. A Forlì, invece, la domanda va consegnata presso il Dipartimento di Sanità Pubblica, via della Rocca, 19.

Per saperne di più...

Nucleo di Cure Primarie dell'Alto BidenteData pubblicazione:  5/8/2008

Attivato il Nucleo di Cure Primarie funzionale dell'Alto Bidente, che copre i territori di Cusercoli, Civitella, Galeata e Santa Sofia. Il nucleo, coordinato dal dottor Fabio Balistreri, garantisce una copertura oraria di quasi 10 ore, dalle 8 alle 12.30 e dalle 14 alle 19, dal lunedì al venerdì

 

Per saperne di più...

Data pubblicazione:  12/18/2007

 

Una sezione web del sito con tutte le informazioni sui servizi sanitari dei 15 Comuni dell'Ausl di Forlì

Collegati alla sezione

Per saperne di più...


  
Ufficio WEB