Cerca

Il paziente straniero

 Il paziente straniero

I documenti necessari per ricovero e assistenza medica, l’assistenza garantita dal Servizio Sanitario Nazionale:

  • Per i cittadini dell'Unione Europea, occorre presentare: un documento di identità e la tessera europea di assicurazione malattia "TEAM" o
    certificato sostitutivo, rilasciati dal Paese di residenza.
    Presentando questi documenti, si ha diritto: all'assistenza medico-generica/pediatrica (ambulatoriale e domiciliare), in quanto per questi cittadini non è prevista la scelta del medico di famiglia; al servizio di guardia medica; alle prestazioni sanitarie necessarie con oneri a carico delle istituzioni sanitarie di residenza.

    La compartecipazione alla spesa sanitaria è quella prevista dalla normativa vigente in Italia.

  • Per tutti i cittadini extracomunitari, con regolare permesso di soggiorno, l'iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale è obbligatoria e costituisce un diritto, a parità di trattamento con i cittadini italiani. Hanno diritto invece all'iscrizione volontaria, o sono tenuti alla stipula di un'assicurazione contro il rischio di infortunio, malattia, maternità, alcune categorie di extracomunitari regolari come: studenti, persone alla pari, religiosi, titolari di permesso di soggiorno per residenza elettiva, dipendenti di organizzazioni internazionali operanti in Italia, personale di uffici diplomatici o consolari, altre categorie escluse dall'iscrizione obbligatoria.

  • Agli stranieri non iscritti al Servizio Sanitario Nazionale vengono assicurate: le prestazioni ospedaliere urgenti (in via ambulatoriale, in regime di ricovero o di
    day hospital), per le quali devono essere corrisposte le relative tariffe al momento della dimissione.

  • Per gli stranieri indigenti, non in regola con le norme relative all'ingresso ed al soggiorno, è previsto l'esonero dalla quota di partecipazione alla spesa per
    quanto concerne: le prestazioni sanitarie di primo livello, le urgenze, lo stato di gravidanza, le patologie esenti, per età o gravi stati invalidanti.


    Per ricevere ogni genere di informazione sui servizi sanitari forlivesi, ci si può rivolgere allo Spazio Consultoriale Donne e Bambini Immigrati dell'Ausl, in via Colombo, 11-13-15, tei. 0543 733100, oppure all'Ufficio Anagrafe Sanitaria del Distretto, allo 0543 733679-680.

  • Per gli stranieri maggiorenni, che desiderino sottoporsi alle vaccinazioni obbligatorie o facoltative in Italia, oppure ottenere il rilascio dei certificati di vaccinazione, o ricevere informazioni sulla profilassi vaccinale ai viaggiatori internazionali, il riferimento telefonico è lo 0543 733527, oppure ci si può rivolgere al servizio Vaccinazioni internazionali di via della Rocca 19, Forlì.


    In Ospedale è disponibile un servizio di mediazione culturale, attivato dalla caposala della Unità Operativa.
Ufficio WEB